Bum! Bum! - Raffaele Sannino
Bum! Bum! - Raffaele Sannino
Back Cover
Sfoglia

Bum! Bum! Song nat a Furcella e sul na poesia me pò salvà

Queste poesie di Raffaele Sannino hanno il pregio di raccontare la verità nuda e cruda di Napoli. Raffaele, viene da quel mondo, ha visto in faccia il male, “o male che s’annasconno miezz a gent” ci è stato a stretto contatto, ha respirato quell’aria fetida e inquinata, poi si è salvato, grazie alla poesia e a chi lo ha aiutato scoprire questa sua grande passione e capacità. Raffaele Sannino rappresenta un esempio vero, concreto, che le cose possono cambiare anche qui a Napoli, a Forcella, (o in qualsiasi altro luogo difficile del mondo). I versi di Raffaele Sannino gridano giustizia al mondo intero, ma sono anche versi di amore e di memoria. Grazie Raffaele, che tu possa essere sempre di più la voce di chi non ha voce, degli ultimi, dei nessuno, degli invisibili, di chi non c’è più. Rappresenti la speranza di tutti noi, continua a scrivere e a dare corpo con le parole ai tuoi sentimenti, perché la poesia è un linguaggio universale e può essere in grado di volare oltre Forcella, portando con sé la speranza e la voglia di riscatto, di una nuova vita e di una nuova possibilità, che è giusto sia data ad ognuno di noi… (Dalla prefazione di Paolo Siani).

10,00 IVA inclusa

COD: 9788899392222 Collana: , Tag:

‘O welfar da Camorra purtroppo esiste e funziona, non essendo soggetto ai tagli del governo o di un sindaco. È un Welfare efficiente, a cui lo Stato, colpevolmente, non sa opporsi. Raffaele, come lui stesso dice in prefazione, viene da quel mondo, ha visto in faccia il male, “o male che s’annasconno miezz a gent” ci è stato a stretto contatto, ha respirato
quell’aria fetida e inquinata, poi si è salvato, grazie alla poesia e a chi lo ha aiutato scoprire questa sua grande passione e capacità.
Raffaele Sannino rappresenta un esempio vero, concreto, che le cose possono cambiare anche qui a Napoli, a Forcella, (o in qualsiasi altro luogo difficile del mondo).
I versi di Raffaele Sannino gridano giustizia al mondo intero, ma sono anche versi di amore e di memoria. Napoli ha bisogno di uomini nuovi, che nascono dalle viscere di questa città e trasformano, con le parole, innanzitutto il cuore delle persone, perché è da lì che tutto inizia, e tutto cambia. Grazie Raffaele, che tu possa essere sempre di più la voce di chi non ha voce, degli ultimi, dei nessuno, degli invisibili, di chi non c’è più.
Rappresenti la speranza di tutti noi, continua a scrivere e a dare corpo con le parole ai tuoi sentimenti, perché la poesia è un linguaggio universale e può essere in grado di volare oltre Forcella, portando con sè la speranza e la voglia di riscatto, di una nuova vita e di una nuova possibilità, che è giusto sia data ad ognuno di noi… “

Curatore:

R. Danzica

Anno di edizione:

2016

Pagine:

146 p. , Brossura